contatti - Ristorante Lucignolo

Italian English German
Vai ai contenuti

Menu principale:

Lucignolo Ristorante Pizzeria
di Matteo Bartolini
via Amendola nr. 1 S.Lucia Uzzano (PT)
tel. 0572444140 cel.3351744019
p.iva: 01659080475




PranzoCena
dal Lunedì alla DomenicaCHIUSOAPERTO
Giorno di Chiusura

Mercoledì
Pescia
La città di Pescia, limite nord-orientale della Piana di Lucca e confine nord-ovest della Valdinievole, si trova in provincia di Pistoia nella Toscana settentrionale, fra Lucca e Firenze, sulle rive del Torrente Pescia; è rinomata per la floricolturae per il commercio dei fiori, per la frazione di Collodi, la località dove Carlo Lorenzini (Carlo Collodi, Pinocchio) trascorse parte dell'infanzia, e per il Palio dei Rioni, gara di tiro con l'arco con relativo corteggio storico che vi si tiene ogni prima domenica di settembre.
Lucca
A circa 10 km da noi, troverete Lucca, una delle principali città d'arte d'Italia, conosciuta in tutto il mondo per le famose e imponenti mura rinascimentali (XV-XVII secolo), perfettamente conservate fino ai giorni nostri. Le mura, dalla sommità ampia e completamente percorribile, hanno uno sviluppo complessivo di circa 4,450 km, e racchiudono il centro della città di Lucca: un insieme di tesori dell’arte tutto da scoprire. Celeberrima è la Piazza dell'Anfiteatro, nata sulle rovine dell’antica Arena Romana, e pertanto di forma ovale, come a voler richiamare il dolce tipico lucchese, il Buccellato. Passeggiare per l’antica Via Fillungo, consente ai visitatori di fotografare scorci pittoreschi sull’antica Chiesa di San Frediano, con il suo famoso mosaico, così come sulla Torre Guinigi, sulla cui sommità si trovano due grandi piante di quercia. Lasciata Via Fillungo si giunge in Piazza San Michele, nata sull’antica piazza del Foro Romano, e oggi dominata dall’omonima Chiesa di San Michele, gioiello dell’architettura romanica. Non può mancare poi una visita alla Cattedrale di San Martino, dalla singolare facciata ricca di decorazioni, al cui interno è possibile ammirare la Cappella del Volto Santo, legato ad un’antica leggenda e fulcro delle festività della Santa Croce che si svolgono ogni 13-14 settembre. Prima di lasciare la chiesa non dimenticate di ammirare il sarcofago di Ilaria del Carretto, opera dello scultore Jacopo della Quercia, realizzata nel 1403 su richiesta del marito di Ilaria, Paolo Guinigi. La città di Lucca è stata inoltre dimora di Elisa Bonaparte sorella di Napoleone, cui è dedicata l’omonima piazza, mentre nell'epoca del Ducato di Lucca (1815) ha preso parte alle vicende dei Borboni, che vi soggiornarono per diverso tempo. Tutte queste vicissitudini storiche non ci fanno dimenticare la grande tradizione lucchese per la produzione dell'olio e del vino, per i quali Lucca costituisce uno dei maggiori centri in Italia. Fra le maggiori manifestazioni, che ogni anno attirano migliaia di visitatori all’interno delle mura lucchesi, è necessario ricordare il “Summer Festival”, manifestazione musicale che ogni estate offre numerosi concerti di musica leggera, nonché la notissima “Lucca Comics & Games”, ovvero una delle più importanti rassegne oggi esistenti dedicata al fumetto, all’animazione e ai giochi.
Collodi, Paese di Pinocchio, Toscana
Collodi è un villaggio della Toscana reso famoso nel mondo dall’autore di Le Avventure di Pinocchio, il libro non religioso più noto e stampato di sempre. Lo scrittore si chiamava Carlo Lorenzini e scelse come nome d’arte “Collodi” Borgo medievale documentato fin dal XII secolo. Lo scrittore fiorentino, la cui madre era originaria del paese, vi trascorse parte dell'infanzia e ne assunse il nome.
Pisa
Pisa, Antica città romana e importante centro medievale, vide diminuire la sua importanza nel corso del 1300 per il progressivo inarenarsi del suo porto. Nella Piazza dei Miracoli troviamo la famosa Torre Pendente, campanile dell’adiacente Cattedrale di Santa Maria Assunta in stile romanico pisano. Nelle vicinanze della torre, ercorrendo Via Santa Maria, troviamo la Piazza dei Cavalieri, con edifici realizzati su progetto dell’architetto rinascimentale Giorgio Vasari, fra i quali bellissimo è il Palazzo dei Cavalieri, dalla facciata curvilinea completamente decorata da stupendi graffiti ed oggi sede dell’ormai nota “Scuola Normale Superiore”. Proseguendo la visita si può raggiungere Borgo Stretto, via del centro cittadino dalle forme raccolte e dagli scorci pittoreschi, sulla quale si affacciano negozietti e locali di gusto e tendenza. Si arriva da qui sui Lungarni, ovvero i viali che si snodano lungo il fiume Arno, che attraversa e taglia in due parti il centro cittadino. Attraversando il Ponte di Mezzo si giunge al Municipio, Palazzo Gambacorti e da qui una piacevole passeggiata sui Lungarni consente di ammirare gli edifici colorati e talvolta dalle decorazioni stravaganti, che tanto affascinarono scrittori poeti e artisti da tutto il mondo, come Lord Byron e Percy B. Shelley. Meta obbligatoria prima di lasciare la città è la piccola Chiesa di Santa Maria della Spina, gioiello dell’architettura gotica costruita sulla sponda del fiume Arno.
Firenze, Toscana
Patria del Rinascimento, Firenze dista da Viareggio circa 90 km ed è raggiungibile sia in auto che in treno/autobus. Una giornata attraverso le strade e le piazze del capoluogo della nostra Regione Toscana, non è semplicemente una visita, ma un’esperienza. Nulla manca a questa città, ricca di arte, musei, negozi e divertimenti. Meta immancabile per ogni turista è la Piazza del Duomo, Santa Maria del Fiore, con la storica gigantesca cupola (visitabile) realizzata dal Brunelleschi, e affiancata dal Battistero di San Giovanni, del quale è possibile ammirare la meravigliosa Porta del Paradiso (l’originale si trova presso il Museo dell’Opera del Duomo). Si può quindi percorrere la Via Calzaiuoli, centro dello shopping fiorentino: giusto una sosta per visitare la Chiesa di Orsanmichele per poi raggiungere la famosissima Piazza della Signoria, museo a cielo aperto che ospita capolavori della scultura rinascimentale come il “David” di Michelangelo (originale presso il Museo dell’Accademia), “Giuditta e Oloferne” di Donatello, il “Perseo” di Benvenuto Cellini e la “Fontana del Nettuno” di Bartolomeo Ammannati. Sulla stessa piazza si affaccia Palazzo Vecchio, sede del potere durante l’epoca della famiglia Medici e oggi Municipio cittadino. Da qui si giunge facilmente all’interno della Piazza degli Uffizi, lungo i fianchi dell’omonimo Museo (per le visite preferibile la prenotazione), che accoglie all’interno della facciata in apposite nicchie, 28 statue dei più famosi personaggi della storia fiorentina, come Amerigo Vespucci, Benvenuto Cellini, Donatello, Dante Alighieri, Francesco Petrarca, Galileo Galilei, Giotto, Giovanni Boccaccio, Leon Battista Alberti, Leonardo da Vinci, Lorenzo il Magnifico, Michelangelo Buonarroti, Niccolò Machiavelli ed altri ancora. Passando sotto la Galleria si giunge sul Lungarno, ovvero su uno dei viali che si snoda lungo il fiume Arno, che attraversa a lato il centro della città. Da qui è d’obbligo una foto sul Ponte Vecchio, che attraversa il fiume e conduce verso l’Oltrarno, cioè verso l’altra sponda del fiume dove si trova la dimora storica dei Medici, il notissimo “Palazzo Pitti”, oggi Pinacoteca Nazionale, cui fa da sfondo il Giardino di Boboli, parco del palazzo e tipico esempio di giardino all’Italiana. Un’ultima sosta, meravigliosa e indimenticabile, è quella presso il Piazzale Michelangelo, il famoso belvedere che domina la città offrendo una vista mozzafiato. Da qui, una passeggiata collinare conduce alla meravigliosa Chiesa di San Miniato al Monte, dove si conclude il nostro percorso attraverso le meraviglie di Firenze.





 
Torna ai contenuti | Torna al menu